Avevo tanti desideri
poi è sopraggiunta la paura
potrei morire in un campo di fiori
o tra la spazzatura
Mi confortò la depressione
ma è stata la mia abiura
l'ansia spesso giocava a cambiare angolatura
da dietro la mia coscenza
sentimenti di conforto poi attanagliava l'impotenza
mi sussurrava lo sgomento percezione in capovolgimento
un valzer guidato da capgras al ritmo del deperimento
l'abuso è crudele anche quando è psichico
può lacerarti l'anima senza passare dal fisico
il suo trucco è che è più semplice convincersi che non esista
che riconoscere la colpa in chi hai bisogno che ti assista
questa è la lettera d'addio per me non ha più alcun valore
chi si è visto si è visto
scappo con lei, la mia gioa e il mio amore, e ne conserverò l'ardore.