Tutti abbiamo un passato, che sia da dimenticare o no. Possiamo scegliere di fingere che non esista o portarcelo ogni giorno dentro. Anderne fieri o no.
Il passato esiste ed è alle spalle di chiunque abbia il coraggio o la nostalgia per voltarsi verso di lui.

Io sono sempre andata fiera del mio passato. Orribile, doloroso, magico, speciale, deludente, pieno d'amore, severo, tagliante e amaro. Ho sempre scelto di portarmi tutto dentro. Non ho mai cercato di cancellare graffi d'amore o ferite di dolore.

Se oggi sono quella che sono è grazie a chi mi ha amata, accompagnata, cresciuta, illusa, delusa, abbracciata, guardata, ferita, baciata, ingannata, perdonata, capita, amata ancora, presa in giro, desiderata.

Loro mi hanno cresciuta, resa la donna che sono.
Imperfetta, fragile, innamorata dell'amore, corretta.

gif image couple and gif image

Ma portarsi dentro tutto può significare anche aver paura di riprovare certi dolori. Cosi tanta paura che ti ritrovi a buttarla addosso alla prima persona che senti di voler aver vicino dopo un tempo che sembrava eccessivo.

Forse ciò a cui tengo, il mio passato, è la cosa che più mi ha insegnato ad avere paura e a dovermi proteggere. Ma forse dovrei proteggermi da quello che ho alle spalle e non da quello che ho davanti alle labbra.

Passato, liberami.
Presente, perdonami.
Futuro, prendimi.