Chi non vorrebbe una macchina come la Monolith? Una macchina pensata per essere indistruttibile, anti aggressione e con un'intelligenza artificiale. Sandra è mamma del piccolo David di soli due anni e moglie di Carl, il quale ha deciso di regale alla moglie questo gioiello di macchina.
Il film inizia con Sandra e David che si stanno recando a casa dei nonni, tutto sembra andare bene tra i ricordi di vecchi successi di Sandra (faceva la cantante in un gruppo pop femminile), vecchi fan che le chiedono perché ha mollato la carriera, un figlio a cui non sa badare a causa dei troppi pensieri e che si rifiuta di chiamarla mamma. Finché lungo il viaggio, e grazie anche all'intelligenza artificiale della Monolith, Sandra scopre che suo marito la tradisce. Decisa a smascherare il suo tradimento, inverte rotta e, invece che andare dai nonni parte per Los Angeles.
La macchina consiglia alla donna una strada di 50 km isolata per evitare il traffico dell'autostrada. E così lei è il piccolo si ritrovano in piena notte in mezzo al nulla. Il viaggio sembra procedere bene finché involontariamente non investe un cervo. Per calmare il figlio visibilmente spaventato gli da il cellulare per giocare e scende dalla macchina per vedere di spostare il povero animale. Qui di nuovo ci si mette la sorte lasciando Sandra chiusa fuori dalla macchina. Si, il piccolo giocando con il telefono ha attivato tutti i sistemi di sicurezza della Monolith dando così inizio al vero incubo: salvare se stessa e il figlio da una macchina ferma nel nulla e assolutamente inviolabile.
Il film è ovviamente abbastanza statico ma ho apprezzato l'idea. La tecnologia che diventa sempre più nostra amica, una tecnologia che deve proteggerci e farci sentire al sicuro. La stessa tecnologia che da anni ci imprigiona sempre di più. Noi che senza saremmo persi e per questo ne siamo circondati e ne vorremmo di più. Quando la tecnologia ci aiuta e quando ci fa dimenticare che dobbiamo fare le cose con le nostre stesse forze. Film consigliato agli amanti delle belle macchine e delle innovazioni.