Penso che ognuno di noi abbia più di un' anima.
Credo che ci sia qualcosa di limitante nelle etichette, negli stereotipi o nella stessa 'necessaria consuetudine' di dover definire una propria identità e stile di vita.
Se vuoi essere cosi, non puoi fare altrimenti, non puoi permetterti di essere altro. Ti devi classificare, come in tutte le cose della vita.
Perchè?
Potrà sembrare il monologo di qualcuno che non vuole responsabilità o pesi sulla coscienza, o non si conosce ancora bene.
Ma se ho ancora 17 anni e sono in piena fase di esplorazione e cambiamento, trasformazione giornaliera, continua e imperturbabile, perchè devo arrivare necessariamente ad un punto?
Non penso sia paura di crescere, paura di diventare qualcuno.
Io sono un individuo, so chi sono, so cosa penso e come lo esprimo, sono consapevole di provare determinate emozioni.
Non voglio un limbo, semplicemente non voglio definirmi in un solo standard sociale.
Non voglio solo essere una mamma, un musicista, un medico, uno scrittore...vestirmi di bianco o di nero, o forse no, meglio i colori.
Voglio essere una mamma e anche un medico, un musicista e anche uno scrittore. Voglio vestirmi di bianco di nero e a colori, insieme.
Voglio essere tutto e nulla, voglio essere me.
Voglio avere la libertà di cambiare.
Di decidere il mio cambiamento, di non canonizzarmi, voglio essere chi voglio e quando voglio, volgere pagina ogni giorno e scrivere una storia bellissima.
Altrimenti, che senso ha? Che piega prenderebbe la mia vita?
Non mi sentirei mai adatta, non mi sentirei mai felice.
Voglio mischiarmi nel mondo e con il mondo, insieme a tutto ciò che ha da offrire e che io possa ricambiare.

E non voglio raggiungere la felicità, io la posso raggiungere ogni giorno, in ogni istante.
E l'amore e la bellezza, in qualsiasi cosa mi circondi e che io possa plasmare, perchè mia è la vita che mi circonda.

Voglio combattere il male e l'ingiustizia, lo dovrebbero voler tutti.
Voglio andare avanti, stanca o non stanca, agguerrita o triste, ricca o povera, innamorata o no.

Sempre e continuamente, fino alla fine. Lasciatecelo fare.