Ognuno di noi ha idee diverse su cos'è la bellezza.
Ma tutti, o quasi tutti, cerchiamo di seguire un'icona. Negli anni la "bellezza" cambia, le icone cambiano, e ci sentiamo quasi obbligati a cambiare con loro.
Cerchiamo tutti di stare al passo con ciò che la gente considera bello, ma ormai nessuno dice più ciò che pensa sul serio, tentiamo semplicemente di seguire la massa perché consideriamo "originale" ciò che fanno, ma se lo fanno tutti poi perde l'originalità e diventa quasi banale.
Negli ultimi tempi sento dire in giro, e anche a scuola, che iniziano ad arrivare le modelle curvy, e non ci vedo niente di male, perché un corpo curvy si può dire che è un corpo sano, non il corpo rubato alla barbie per far apparire una donna più attraente agli occhi altrui. Certo, ci sono persone magre, e non dico niente su questo. Se sei magro perché sei felice così e ti piace il tuo corpo, va bene! Ma, se sei magra solo perché stai disperatamente cercando di assomigliare alla modella di Intimissimi, senza pensare ai rischi che ti provochi da solo, allora no, non va bene.
Come ho detto prima, negli anni cambia il concetto di bellezza. Prendiamo come esempio una grande icona del mondo femminile, della quale ancora si parla: Marilyn Monroe. Viene considerata ancora oggi un'icona della bellezza femminile, ma è il contrario delle icone degli ultimi tempi. Monroe aveva i seni cadenti, i fianchi larghi e la pancia non era piatta, ma nonostante tutto era una donna di una grande bellezza. Un'altra icona, anche se più recente è Emma Watson, conosciuta soprattutto per aver interpretato la geniale strega Hermione Granger. La Watson anche è una grande donna, come la nostra Hermione. La nostra streghetta ci fa vedere come una ragazza può essere tanti aggettivi molto più importanti prima di "bella"; una ragazza può essere intelligente, forte, coraggiosa, determinata, e tante altre cose. E dovremmo soffermarci molto su questo aspetto, perché, purtroppo, molte ragazze si perdono, ammalandosi, nella folle corsa verso la bellezza.
Fin da bambine, e io lo sono ancora, vediamo nelle pubblicità, in TV e nei cartelli pubblicitari queste bellissime e magrissime donne, allora ci mettiamo in testa che dobbiamo assomigliare a loro per piacere agli altri, perché in fondo, è il parere degli altri quello che ascoltiamo, invece che il nostro.

Forse per molti sono ancora piccola per capire queste cose, ma credo di capire abbastanza bene questo concetto.

Per ora è tutto, spero di non aver annoiato chi l'ha letto.